di frappacchio

Kathy Reichs – La voce delle ossa

Kathy Reichs…a me non diceva granchè, sarò onesto.
Poi per fortuna sono arrivati i ragazzi di Iaki,un pacco, e un po’ più di chiarezza si è fatta strada in me.
No, non mi hanno mandato una real doll di Miss Reichs, ma un libro.
Appena mi sono trovato il libro tra le mani l’ho girato ed ho visto sulla 4° di copertina una sua foto “a-b norme”.
Bionda, serenamente ben oltre i 50 anni di età, tipo J K Rowling ma più casalinga di provincia.
Kathy Reichs e J K Rowling
Invece poi leggendo qua e là si scopre essere una studiosa, antropologa forense, scrittrice (beh, certo) e produttrice televisiva.
Insomma, di cose in comune ne hanno parecchie le due, ma ad una pare essere andata meglio che all’altra.
Ma torniamo alla Signora Reichs.
La voce delle ossa - Kathy Reichs Il personaggio principale del romanzo “La voce delle ossa”, nemmeno a volerlo fare apposta, fa l’antropologa forense.
Si tratta della dottoressa Temperance Brennan.
Si, quella di Bones*(1).
Dicono non essere particolarmente somigliante a quello della serie, mi fido, non conosco.
Il romanzo inizia con il sopralluogo sulla scena di un crimine, da cui parte e si sviluppa l’intreccio principale.
E’ una detective story classica, raccontata da una donna, che alterna momenti di analisi scientifica dei fatti (non è CSI, vi avverto) ad altri più intimi della protagonista (non è Sex And The City, vi riavverto).
L’impressione è che il suo mestiere le lasci poco tempo per approfondire la sua vita privata, infatti vengono reintrodotti*(2) un paio di personaggi giusti giusti per darle un po’ di spago.
Insomma prendiamo quel che possiamo dal lavoro, perchè a casa non ci aspetta nessuno (a parte cene surgelate o d’asporto).
Nel complesso sembra un personaggio però piacevole, un po’ spigoloso, ma piacevole.
Nel caso in cui qualcuno volesse farci quattro chiacchere, la signorina Brennan ha anche una pagina tutta sua su Facebook.
E fa niente se l’autrice ad alcuni dei protagonisti attribuisce nomi che nemmeno un film d’azione anni ‘70 con Pam Grier…il libro scorre, cambiando direzione ad un certo punto, ma scorre.

Lo si trova tranquillamente anche su Amazon, sia in versione cartacea che in formato digitale.

*(1) La serie sul canale “Fox Life” su Sky. Il fatto che non venga trasmesso sul canale “Fox Crime” a me sembra strano, ma il fatto che la protagonista della serie sia una donna magari lo rende più appetibile al target in questione.

*(2) Ho parlato con una mia collega, che i suoi libri li legge eccome, e mi parla di una serie assolutamente interessante.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso. Campi obbligatori *

*
*

Puoi utilizzare questi tag HTML e relativi attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>